Address : Via del Macao 6
00185 Roma

Focus sui bilanci delle società alberghiere da parte della Fondazione Nazionale Commercialisti

13/04/2021 - 13/04/2023

E' stato presentato un focus, da parte della Fondazione Nazionale Commercialisti, relativo all'impatto della crisi sul bilancio delle strutture alberghiere e della ristorazione; un report che abbiamo avuto modo di analizzare. 

 

Il lavoro conferma, ove ce ne fosse bisogno, che le aziende alberghiere e della ristorazione sono state le aziende più colpite dalla crisi economica; una crisi che ha ora forti evidenze sui bilanci delle società di capitali, tipologia di società che è stata oggetto di analisi.

 

Il focus ha elaborato la stima di perdita del fatturato sul biennio 2020 - 2021

 

Oltre la crisi economica, come era del resto prevedibile, hanno fortemente contribuito ad una contrazione dei ricavi delle aziende, le restrizioni governative sulla mobilità regionale e l'impossibilità ai viaggi internazionali per ciò che riguarda i flussi dall'estero.

 

Nell'ambito delle previsioni per il 2021 si è tenuto conto di un aumento della somministrazione dei vaccini, in particolar modo nella seconda parte dell'anno; il recupero tuttavia dipenderà dalla tipologia della destinazione, su questo aspetto cruciale sarà la dipendenza o meno dal turismo internazionale che sarà più lento a ripartire rispetto al mercato domestico e di prossimità.

 

Analizzando esclusivamente i dati e le simulazioni nel biennio 2020-2021, il fatturato delle oltre 74 mila società di capitali dovrebbe avere una perdita poco inferiore ai 40 miliardi di euro, di cui il comparto della ristorazione incide per circa il 60 %.

 

Il report,disponibile per i lettori del sito nell'allegato in calce, individurerebbe comunque la parte finale del 2021 come l'inizio di una ripresa.

La perdità per gli alberghi dovrebbe dovrebbe attestarsi nel 2021 intorno al 43 % del fatturato rispetto ai valori del 2019, mentre per il 2020 la perdità è stata nenll'ordine del 50 % sempre rispetto ai valori del 2019.

 

Un pò meglio la ristorazione che a fronte di una perdita di fatturato del 2020 pari ad oltre il 40 % potrebbe chiudere il 2021 con perdite, rispetto al 2019, di circa il 20%.

 

Ovviamente i dati di sintesi rappresentano delle medie, visto che nelle città d'arte, le attività, spesso totalmente dipendenti dal mercato estero, registrano perdite molto più considerevoli; incide sulla perdita la chiusura di oltre l'80 per cento delle strutture alberghiere ubicate in queste città.

 

La considerazione è che il bacino delle città d'arte è un forte contributore al PIL turistico nazionale e senza una normalizzazione di questi flussi difficilmente si potrà parlare di ripresa anche dei livelli occupazionali.

 

Qui il report completo. 

 

2021_04_13_osservatorio_bilanci_srl_risto_e_alberghi.pdf

 

Ti è piaciuto l'articolo? Diffondilo sui social usando l'icona relativa.

 



Maggiori informazioni, sulle nostre attività consulenziali sono disponibili sul sito www.neccihotels.it , relativamente alla finanza di impresa ed all'assistenza in situazioni speciali www.investhotel.it


»